La Ganza secondo Caterina Migliaccio

La Ganza secondo Caterina Migliaccio

La Ganza è una webzine, ma non l’ennesima webzine.

È un progetto avvincente, l’idea corale di un gruppo di giovani di tutti i tipi, tutti i generi e tutte le sfumature del pensiero. È un invito che non ti aspetti, una porta che si apre su una stanza sconosciuta, un appuntameno al buio con un affascinante sconosciut*.

Se fosse il catalogo di una biblioteca ci troveresti dentro mezzo Codice Decimale Dewey e forse anche qualche divisione che ancora non esiste. Se stessi facendo una partita a Scarabeo, sarebbe quella parola che devi andare a cercare sul dizionario per verificare che quel furbo del tuo amico non stia barando.

La Ganza, insomma, è tante cose, tutte da scoprire, alcune perfino ancora da immaginare. Non so cosa sarà per te, lettrice o lettore, ma per me è la risposta a una domanda che non sapevo di voler porre; e spero che anche tu possa trovarvi dentro qualche risposta, oppure, cosa forse migliore, qualche nuova domanda.

arte, mandala
Caterina Migliaccio

Caterina Migliaccio

Caterina Migliaccio è stata avvistata per la prima volta a Pisa pochi decenni fa. Non sappiamo molto delle sue abitudini perché è un essere molto schivo e silenzioso, ma in passato si diceva che infestasse la biblioteca di Filosofia dell'università locale, mentre da un po' di tempo sembra che sia più facile incontrarla mentre vaga nei boschi e nelle campagne.

Commenta