Costruire con le canne da fiume

Costruire con le canne da fiume

Le canne da fiume sono sempre state un grande alleato dell’appassionato coltivatore: basti pensare ai pomodori, i cui sostegni si fanno tradizionalmente proprio con queste.

In questo periodo in particolare, nel quale molte regioni (compresa la nostra) si trovano in Zona Rossa, e sono quindi prive della maggior parte dei servizi ritenuti non necessari, le canne da fiume possono diventare una grande risorsa per i nostri terrazzi e giardini.

Caratteristiche delle canne da fiume

In primis, si trovano dappertutto. A Pisa poi, costellata di fossi e di angoli umidi, prosperano come se fossero pagate. Ce ne sono a bizzeffe, e se si iniziasse a farci caso, le noteremmo dappertutto, lungo strade e ferrovie.

Si tratta di un vantaggio non indifferente, perché le rende accessibili anche in questi casi, in cui non ci si può allontanare troppo dalla propria abitazione se non si ha un motivo di lavoro o di salute.

Canne da fiume che crescono sul ciglio della strada
Canne da fiume sul ciglio della strada

Oltre alla comodità di essere facilmente reperibili, c’è anche quella che per tagliarle basta una cesoia, e che crescono quasi sempre dritte. Sono inoltre a crescita molto veloce, per cui se ne trovano di tutti i diametri e di tutte le altezze.

E, dulcis in fundo, sono gratis. Ovviamente se si parla di quelle che crescono lungo le ferrovie o i fossi, di certo non all’interno di parchi o giardini: quelle meglio lasciarle dove stanno.

Uso delle canne da fiume in giardino o in terrazzo

In virtù di tutti i vantaggi sopraelencati, le canne da fiume si prestano a moltissimi usi, che vanno dal più semplice, come può essere il sostegno dei pomodori, al più complesso, come può essere la struttura di una piccola serra.

Questi usi, che hanno valore indipendentemente dalla situazione storica, diventano particolarmente fondanti nelle situazioni come la nostra attuale, in cui certe cose o le compri online o te le fai da te.

L'autrice di ritorno da una spedizione alla ricerca di canne da fiume
A caccia di canne da fiume

La preparazione delle canne da fiume è semplice: una volta scelte, si tagliano alla base e si puliscono dalle foglie. Si taglia la parte finale, perché non abbastanza rigida, e si lasciano seccare per qualche tempo. Si possono usare anche da verdi, considerando però che in questo stadio sono molto più pesanti e flessibili di quando sono completamente secche.

Con questi materiali si può veramente costruire di tutto, ma per questo articolo vi propongo due strutture che ho realizzato in prima persona negli scorsi giorni: una struttura per rampicanti e una serra per agrumi.

Costruire una struttura per rampicanti

I motivi che mi hanno spinto a costruire una struttura per rampicanti con le canne da fiume sono molteplici: il primo, che le strutture acquistabili non sono accessibili in Zona Rossa, e il secondo, che avevo a disposizione uno spazio di misura ridotta e che quindi è più facile costruire la struttura su misura che adattare qualcosa di dimensioni standard.

Sostegno per rampicanti fatto con canne da fiume e fil di ferro

La terza opzione, che sarebbe stata aspettare tempi migliori, non era praticabile, in quanto le mie giovani passiflore crescono talmente veloce che se non avessi dato loro qualcosa su cui arrampicarsi sarebbero finite tutte accartocciate.

Oltre alle canne, ho usato del fil di ferro da giardino (quello rivestito di plastica verde). Il procedimento è stato incredibilmente semplice, in quando non ho fatto altro che creare delle strutture a forma di scale, usando le canne sul lato lungo e il fil di ferro per i “gradini”, incrociandoli come le stringhe sulle scarpe da ginnastica. Ho usato un trapano per forare le canne e farci passare il fil di ferro.

Particolare della struttura: le canne da fiume sono state forate col trapano per far passare il fil di ferro che tiene tutto insieme
Particolare del sostegno, nei punti in cui la canna è stata forata per far passare il fil di ferro

Questa è solo una delle soluzioni che si possono ottenere con questi materiali, che si prestano ad infinite manipolazioni e molteplici usi.

Costruire una serra

Questo è il secondo anno che costruisco una serra con le canne da fiume, per permettere ai miei agrumi di superare l’inverno. Quando erano piccoli, tendevo a ripararli in casa e via, ma adesso che sono (troppo) cresciuti la serra è l’unica soluzione.

Oltre alle canne da fiume, uso lo stesso fil di ferro verde di cui sopra, e un pacco di tessuto-non tessuto per agrumi che ho comprato qualche anno fa. Tendo a riutilizzare quello degli anni precedenti, se non è rotto, quindi tutta roba che ho già in casa.

Lego le canne insieme in modo da formare una struttura a forma di parallelepipedo abbastanza alta e larga da contenere tutti i vasi, usando il fil di ferro fatto passare in buchi fatti con trapano nelle canne.

Serra costruita con canne di fiume ancora in costruzione
Serra aperta ancora in costruzione

L’anno scorso ho semplicemente avvolto il tessuto-non tessuto attorno alla struttura, fissandolo con delle puntine. Quest’anno, in cui il limone è nettamente più alto degli altri, ho attaccato il tessuto alle canne con la colla a caldo e ho lasciato dell’avanzo in alto, in modo da poterlo legare, un po’ come se fosse un uovo di Pasqua.

Serra costruita con canne di fiume completata
Serra chiusa con un sofisticassimo sistema di elastici

Anche in questo caso si possono seguire i procedimenti più disparati ed ottenere i risultati più diversi. Quello che rimane costante, è la bontà del risultato e la soddisfazione di aver costruito qualcosa di utile con le proprie mani, minimizzando la spesa.

Vi interessa saperne di più sulla serra che ho costruito l’anno scorso? Qui il link ad un articolo dedicato.

Vi è piaciuto l’articolo? Qui il link a quello precedente che parla di piante da bulbo!

Vi piacciono i nostri contenuti? Sostenete la nostra campagna di fundraising: l’era de La Ganza

Giulia Pochini

Giulia Pochini

Creatura mitologica mezza scienziata e mezza artista, lascia la curiosità alla guida delle sue esplorazioni. Fa un sacco di cose, senza saperne realmente fare nessuna, ma nel frattempo si diverte un sacco.

3 pensieri su “Costruire con le canne da fiume

Commenta