Le ricorrenze LGBTQIA+

Le ricorrenze LGBTQIA+

Chi sono? Ma come?! Sono Magika Kontessa!

Sempre io, sì! Mi spiace ma vi è toccata questa disgrazia. Adoro!

Mi sono accorta che spesso, io per prima, faccio fatica a ricordarmi le date delle varie ricorrenze legate al movimento LGBTQIA+, non so se succede pure a voi, ma ciò mi ha fatto riflettere e ho detto: proviamo a segnarcele per bene! Oddio, chiedo scusa in anticipo ma «tutte» è un po’ pretenzioso; quindi direi «le più conosciute e celebrate», cercherò comunque di essere più inclusiva possibile.

Calendario per ricordare le ricorrenza
Rielaborazione grafica Junio Aglioti Colombini
Fonte Freepik.

Date e ricorrenze

Vediamo intanto cosa troviamo online, che io mica sono un database. Ci fidiamo della nostra amica Wiki? Eh no, non è una mia collega drag!

Per questioni logistiche citerò solo delle ricorrenze che celebriamo anche nel nostro Paese, perché se prendessimo in considerazione tutte le date nel mondo la situazione sarebbe, ovviamente, più articolata.

  • 13 gennaio – Giornata Mondiale del Dialogo tra Religione ed Omosessualità
  • 27 gennaio – Giornata della Memoria
  • Ultima settimana di marzo – Settimana dell’Attenzione alla Salute LGBTIQA+
  • Marzo – Mese dell’Attenzione alla Salute Bisessuale
  • 31 marzo – Giornata Internazionale della Visibilità Transgender
  • 26 aprile – Giornata della visibilità lesbica
  • 17 maggio – Giornata Internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia
  • Giugno – Mese del Pride LGBTQIA+
  • 27-28  giugno – LGBTQIA+ Pride
  • 23 settembre – Giornata dell’Orgoglio e della Visibilità Bisessuale
  • Settimana del 23 settembre – Settimana della Consapevolezza Bisessuale
  • 11 ottobre – Giornata del Coming Out (Coming Out Day)
  • Ultima settimana di ottobre – Settimana della consapevolezza asessuale
  • 26 ottobre – Giornata della Consapevolezza Intersessuale
  • 8 novembre – Intersex Day of Remembrance/Intersex Solidarity Day
  • 20 novembre – TDOR – Transgender Day of Remembrance

Confesso che di alcune anche io ne ho sentito parlare poco e sono molto interessata ad approfondire alcune di queste date, magari nei prossimi articoli parlerò delle ricorrenze del mese. Di alcune ne ho già parlato precedentemente, come per esempio IDAHOBIT : Giornata Internazionale contro l’omo-lesbo-bi-transfobia oppure PRIDE… GLOBAL PRIDE! che vi consiglio di consultare se siete interessat*! Sennò che scrivo a fare?! Così perché mi annoio? Guardate che di parrucche da sistemare ne avrei anche troppe, quindi sùsù datemi un po’ di soddisfazione e se siete indietro recuperate le dispense, come all’università. Che se poi vi trovo vi interrogo! Ovviamente si scherza, Smack!

Visto che siamo alla fine di ottobre, mi soffermerei proprio sulle ricorrenze di questo mese.

11 ottobre – Giornata del Coming Out (Coming Out Day)

Poche settimane fa c’è stato il Coming Out Day che fu istituito dallo psicologo Robert Eichberg e dall’attivista Jean O’Leary nel 1988. L’11 ottobre per loro era il primo anniversario della Seconda Marcia Nazionale su Washington per i Diritti Lesbici e Gay – oggi questa ricorrenza si celebra in diversi paesi del mondo. Il coming out è un momento di fondamentale importanza per una persona LGBTQIA+ ed è quindi sicuramente un’occasione degna di essere valorizzata e celebrata con una giornata dedicata. Per chi volesse approfondire questo momento, andare a leggere/rileggere il mio articolo Coming Out VS Outing.

Fine ottobre – Settimana della Consapevolezza Asessuale

Questa sarà quindi la prossima ricorrenza e forse si sta celebrando proprio adesso!

Data non fissa ma celebrata tra fine ottobre e inizio novembre è l’Asexual Awareness Week, la settimana della consapevolezza asessuale. Fondata dalla studentessa universitaria Sarah Beth Brooks nel 2010 per attirare l’attenzione del movimento LGBTQIA+ sulle persone asessuali è volta sia a sensibilizzare e ad aumentare la visibilità in merito al tema dell’asessualità sia a celebrare i progressi fatti in ambito politico e sociale dalla comunità. Ricorrenza molto significativa dal momento che, ancora oggi, le persone asessuali sono poco considerate e molto discriminate da comportamenti e frasi acefobiche (l’acefobia o afobia è la discriminazione nei confronti delle persone asessuali).

Nel mondo, le persone asessuali sono il 2% della popolazione: circa 140 milioni di cui 600.000 in Italia.

Bandiera dell’Orgoglio Asessuale.
Bandiera dell’Orgoglio Asessuale.
26 ottobre – Giornata della Consapevolezza Intersessuale

Anche questa ricorrenza è di questo mese!

Il 26 Ottobre 1996 per la prima volta le persone intersessuali manifestarono a Boston (organizzati da, ora disciolta, ISNA – Intersex Society of North America) per porre fine alla vergogna, al segreto, e alle operazioni di normalizzazione dei genitali a cui vengono sottoposti i/le piccoli/e intersessuali, senza sapere se il sesso chirurgicamente costruito corrisponderà all’identità di genere che svilupperanno.

Viene celebrata soprattutto nei paesi anglosassoni, mentre l’Intersex Day of Remembrance (8 Novembre) si celebra soprattutto nell’Europa continentale.

Alcune organizzazioni intersessuali ne approfittano per creare un periodo di celebrazioni e iniziative pubbliche tra le due date (26 Ottobre – 8 Novembre), ricordato internazionalmente come Intersex Awareness and Solidarity Days.

Bandiera dell’Orgoglio Intersessuale.
Bandiera dell’Orgoglio Intersessuale.

Se siete interessat* a conoscere qualcosa in più sulle bandiere che ho posto qua sopra, e molte altre, leggetevi o rileggetevi (o ascoltatevi) il mio articolo Le Bandiere del Pride!

Visto che scrivo i miei articoli qualche giorno prima per motivi editoriali, se non ho fatto male i calcoli dunque, buona Giornata della Consapevolezza Intersessuale e buona Settimana della Consapevolezza Asessuale a tutt*!

Spero di essere stata utile o almeno aver stimolato curiosità. Se mi sono dimenticata qualche data chiedo scusa e in caso fatemi sapere anche voi così possiamo eventualmente anche parlarne in futuro con un altro articolo!

Un bacio grande e a presto. Adoro!

Magika Kontessa

Magika Kontessa

Chi sono!? Ma come sono Magika Kontessa! Ed è così che inizia pure il mio primo singolo canoro. Ma torniamo a noi, una cosa alla volta. Mi chiamo Magika Kontessa e sono una Drag Queen con più di dieci anni di carriera alle spalle: ho iniziato per gioco ma la vita a volte riserva tante sorprese ed eccomi ancora qua, più sfavillante che mai! Essere una Drag Queen per me ha un valore politico, oltre che ludico e di intrattenimento: sono un'attivista per i diritti delle persone LGBTQIA+. Ad oggi mi trovate come resident Drag Queen delle serate OUT&RIOT di Pinkriot – Arcigay Pisa, serate pisane all’insegna della musica, del ballo e del divertimento. Che altro dire di me? Come anticipato precedentemente, per festeggiare i miei dieci anni di carriera ho inciso un iconico singolo dal titolo “Zozzerella” che potete trovare online, spero vi piaccia e vi faccia divertire! Adoro!

Commenta