La Legge di Attrazione

La Legge di Attrazione
Fonte: Fotolia

Avete mai sentito parlare della legge di attrazione?? Sicuramente sì… tra i super-esperti e chi non ha idea nemmeno di cosa si parli, al centro ci sono IO, e mi auguro non solo io, che di legge di attrazione ha sentito parlare ma non ha ancora ben capito cos’è.

Vediamo…

La definizione è questa: “La legge di attrazione è la capacità di attirare nelle nostre vite qualunque cosa desideriamo, sia essa positiva o negativa, attraverso la forza dei nostri pensieri.” In pratica noi siamo delle calamite viventi, i nostri pensieri sono delle calamite, capaci di trasformare la realtà intorno a noi a nostro piacimento.

E me lo dite ora?????

In pratica ho passato quasi 40 anni a convincermi che la vita era guidata dall’invisibile mano del DESTINO, per poi scoprire che bastava pensare e pensare e ancora pensare e tutto sarebbe andato come volevo io? Ottimo. Sai quanti sbagli mi sarei evitata, quante persone avrei tenuto lontane, quante fantastiche avventure avrei vissuto???

Allora mi sono documentata.

Perché come tutti sì ci credo ma anche no… Nel senso che mi sembra troppo bello per essere vero, un po’ come se la legge di attrazione fosse la lampada di Aladino che basta sfregarla ed esaudisce tutti i tuoi desideri. E infatti ho scoperto che è una cosa splendida e che davvero può cambiare la tua vita, ma va conosciuta, e va allenata, come ogni cosa.

È tutto molto più complesso di quello che sembra.

In realtà la legge di attrazione è legata alla fisica quantistica, ad esercizi sui quali lavorare con attenzione e dedizione, ad un mondo splendido che si può imparare a conoscere attraverso libri, video e incontri con esperti. Ma comunque, ho cominciato a sperimentare nel mio piccolo, o meglio, a notare che forse basta partire davvero dalle piccole cose, che magari non ci rendono subito bellissimi, ricchissimi e felicissimi, ma ci possono aiutare a vivere meglio.

Pensieri positivi attirano cose positive.

Sì, la solita frase fatta, ma è vero! E non potete immaginare quante volte (sì, forse potete capire), avrei voluto prendere a ceffoni chi si presentava davanti a me con quel sorriso stampato e quell’atteggiamo molto easy e peace&love dicendomi: “Tranquilla, si sistemerà tutto… Sii positiva!” POSITIVA??? Avrei voluto chiedere come si può essere positivi quando a volte (a volte molto spesso), ti alzi al mattino e già vorresti fosse l’ora di andare a dormire, quando la giornata è NO, ma proprio NO NO NO. Quando sembra che tutto intorno si dia da fare per peggiorare la situazione e non resta che sperare di arrivare vivi a fine giornata. Come puoi pensare positivo quando vedi solo nero e i tuoi pensieri sono solo neri???

Ti sforzi. Provi a crederci.

Si, ci sono i giorni che mi sforzo (sì perché mi sforzo di farlo), di alzarmi con il piede giusto, stile pubblicità del Mulino Bianco, e anche se sbatto il piede nello spigolo mi sforzo (ancora di più), di trovare il lato positivo… E sarà un caso, sarà la legge di attrazione o l’universo che ha deciso di essere benevolo con me, ma in quel giorno SI, tutto va meglio… Nascono nuove opportunità, nuovi incontri, come se i pensieri fossero più attivi, come se il cielo della mia mente fosse azzurro e si potesse veder lontano.

Fonte: Fotolia
E allora magari cominci a credere che davvero se pensi positivo qualcosa cambia.

Cambia l’energia che trasmetti. Cambia il modo in cui ti vedono, ti percepiscono. Come se nei giorni NO tu uscissi di casa in pigiama e spettinata e nei giorni SI in abito da sera e con il trucco perfetto.

Quasi quasi forse basta provare…

Quindi, se come me vedete il bicchiere mezzo vuoto e faticate a vedere il buono in ogni cosa, anche quella più negativa, provate, proviamo, a dare una mano a noi stesse e all’universo che ci circonda. Cominciamo a coltivare pensieri positivi, gratitudine, a lasciar andare ciò che ci fa male e a capire davvero cosa vogliamo. Proviamo anche ad ACCETTARE ciò che non possiamo cambiare e che è più grande di noi.

In fondo la vita è solo una. E tutto forse è davvero in mano a noi.

E sinceramente ad un certo punto ci si può stancare di doverci sempre far andare bene tutto e cominciare a indirizzare la nostra vita verso quello che ci fa star bene davvero???  E se per farlo basta “solo” allenare i nostri pensieri e cambiare prospettiva, che ci costa, proviamo e magari non succede niente, magari rimaniamo stupiti dei risultati ottenuti!

In fondo come dicono?

SE SORRIDI AL MONDO, IL MONDO TI SORRIDERA’

E quando sorridiamo siamo tutti più belli, quindi impariamo a sorridere anche e soprattutto delle nostre sventure!!

A presto!

Virginia

Fonte: Fotolia
Virginia

Virginia

Io sono Virginia, una ragazza di quasi 40 anni, single, con una lunga storia alle spalle, un lavoro precario, una casa non mia, 2 cani, e una vita diciamo piena, complicata, stramba e a volte assurda. Una vita che condivido con poche amicizie, poca vita sociale, tanti sogni e tante speranze. Sono una di quelle che vengono definite “fortunate” dalle mamme che hanno mille cose da fare, “sfigate” da quelle che hanno la vita perfetta, “disperate” da quelle che non hanno coraggio e “senza via di uscita” dalle mamme e dalle nonne! Ma se a quasi 40 anni non ho la vita perfetta, ho comunque la possibilità di continuare a sognare, di sentirmi un giorno una quindicenne e il giorno dopo una ottantenne (a volte succede anche più volte nello stesso giorno), di mangiare quando ho fame e dormire quando ho sonno, di svegliarmi un giorno con una lista di cose da fare e arrivare alla sera e non averne fatta una, o di darmi una serie di regole che posso scegliere o meno di seguire. Quindi, ecco chi sono io. Sono Virginia, ho quasi 40 anni e sono una imperfetta ragazza alla ricerca della mia stabilità!

Commenta