L’autore: Fabio Insogna

L’autore: Fabio Insogna

Autodidatta svogliato. Tuttologo a tempo perso.


Cresciuto all’intersezione sincretica fra televisione generalista e classici della letteratura.
Si hanno testimonianze di sue timide capatine nel fermento culturale pisano al bar del teatro Verdi. Fra primi caffettini ribelli ed interminabili conversazioni adolescenzial-impegnate il suo originario interesse per la filosofia si fa passione sociale e politica. Così dagli ovattati interni del teatro e dei suoi antichi passaggi segreti, si trova catapultato nella baraonda dei colorati e sfaccettati collettivi studenteschi.

Diplomatosi negli umidi scantinati dell’attivismo militante si lancia alla scoperta delle costellazioni teoriche dell’anarchismo. È un periodo di intenso allenamento mentale tra la panca del primitivismo e i manubri del transumanesimo, trova però conforto nell’ecumenismo stirneriano e nella logica del femminismo intersezionale. Per quanto ancora molto confuso sul senso del termine “anarco-capitalismo” un’improvvida illuminazione sotto cassa ad un rave illegale gli mostra la terra promessa dell’ecovillaggio.

Decide quindi – spinto anche da necessità immediate e materiali – di apprendere i rudimenti delle antiche arti della terra e del mattone. Fra pause pranzo a suon di Moretti e seminari di microcriminalità sui cantieri edili, sporadiche ma mirabili comparsate nell’inimmaginabile microcosmo delle corse di muletti truccati nei magazzini logistici ortofrutticoli e avventure psichedeliche nelle fabbriche di maglieria della Triade cinese a Londra, scopre la sua vocazione eremitica all’altare dell’algoritmo di Netflix.

Uomo cammina attraverso la boscaglia nella nebbia
Fonte: Max Pixel

Dopo anni perso a vagare nella selva virtuale, viene spinto a riprendere in mano carta e penna scoprendo di avere finalmente qualcosa da raccontare.

Fabio Insogna

Fabio Insogna

Nato nella cittadina di Lowfield capoluogo della contea Moliseshire, immaginaria terra di origine degli hobbit sannitici, si trasferisce in tenera età a Pisadell sulle rive del fiume Arnien nella terra degli elfi toscani. Il precoce sradicamento lo porterà ad intraprendere un'epica avventura alla ricerca della sua identità smarrita, in questo affascinante viaggio scoprirà poi di non aver mai perso nulla ma di essersi arricchito in ogni tappa del suo peregrinare.

Commenta