MUTO TIMORE

MUTO TIMORE
Fonte: Flickr – Nasa Universe

Non capisco
cosa devo capire.
Ma devo?
Ne ho bisogno?
Non so.
Ebbrezza inconcludente
senza capo né coda.
Il mio cranio pesante
risente
influsso di un
cuore asfissiante.
ALLARME!

Cerco pace
nel presente.
Agire veemente
sopperisce riserva
nell’occulta contezza.
Attenzione mancante
o cognizione?
È forse,
mi chiedo,
ossessione?
Non vale pensare
laddove invano è cercare.
Eppure lo sento
e repente mi pento.
Trova
mio cuore,
ti prego,
nuovo
vigore.

Approfondimento: Il timore, la tenerezza e i movimenti interiori

Poesia precedente

Vi piacciono i nostri contenuti? Sostenete la nostra campagna di fundraising: l’era de La Ganza

Fabio Insogna

Fabio Insogna

Nato nella cittadina di Lowfield capoluogo della contea Moliseshire, immaginaria terra di origine degli hobbit sannitici, si trasferisce in tenera età a Pisadell sulle rive del fiume Arnien nella terra degli elfi toscani. Il precoce sradicamento lo porterà ad intraprendere un'epica avventura alla ricerca della sua identità smarrita, in questo affascinante viaggio scoprirà poi di non aver mai perso nulla ma di essersi arricchito in ogni tappa del suo peregrinare.

Commenta