Così impari

Così impari

Le fiabe di Ugo

Fiaba precedente

C’era una volta un bimbo di nome Ugo, che aveva un nonno molto cattivo. Che ad Ugo si rompesse un gioco, o che si facesse accidentalmente male, dalla sbucciatura all’osso fratturato, Nonno Diavolo esordiva sempre con un: «Così impari».
Sintetico, fatale e inamovibile.
Eppure il più delle volte a Ugo cosa ci fosse da imparare rimaneva nebuloso.

Vi piacciono i nostri contenuti? Sostenete la nostra campagna di fundraising: l’era de La Ganza

Continua…
Alice Bianchi

Alice Bianchi

Nata e cresciuta a Pisa, dopo il triennio in comunicazione e il corso pre-accademico di canto lirico al Mascagni di Livorno, ha iniziato a studiare editoria digitale. Nonostante ritenga di avere una vita sconclusionata, si sente ganza e "La Ganza" l'ha fondata. Ma l'ha fatto più che altro per ruzzare in bella e buona compagnia.

Commenta