L’etichetta ai pasti

L’etichetta ai pasti

Fiaba precedente

Le fiabe di Ugo

Voce narrante: Saverio Ottino
Credit: Music: https://www.purple-planet.com

C’era una volta un bimbo di nome Ugo che aveva un nonno molto cattivo.
Non era scontato sapersi comportare a pranzo o a cena da Nonno Diavolo.
Se non accettavi del cibo eri scortese e venivi offeso; se lo accettavi eri tacciato d’ingordigia e venivi offeso.
Gli alcolici godevano di diversa licenza: se li bevevi eri di compagnia ma, non avresti potuto smettere fino a che non fossero volate scintille sufficienti a ledere qualcuno nel profondo. Mentre bere altro era considerato, alla stregua del cibarsi, una sottile offesa.
Un bambino come Ugo, astemio per natura e perché impostogli dai genitori, non poteva che sedere a tavola con rassegnazione.

Fiaba successiva

Vi piacciono i nostri contenuti? Sostenete la nostra campagna di fundraising: l’era de La Ganza

Alice Bianchi

Alice Bianchi

Nata e cresciuta a Pisa, dopo il triennio in comunicazione e il corso pre-accademico di canto lirico al Mascagni di Livorno, ha iniziato a studiare editoria digitale. Nonostante ritenga di avere una vita sconclusionata, si sente ganza e "La Ganza" l'ha fondata. Ma l'ha fatto più che altro per ruzzare in bella e buona compagnia.

Commenta